Morte da cocaina, i principali fattori di rischio

Morte da cocaina, i principali fattori di rischio

La cocaina è una sostanza stupefacente psicotropa che porta a dipendenza e, potenzialmente alla morte. A questo proposito una recente indagine ONU – Rapporto Mondiale sulla droga 2019 – si è espressa in maniera molto chiara: la droga causa oltre mezzo milione di morti ogni anno. Inoltre, se la cannabis continua ad essere la più diffusa – 188 milioni l’ultimo anno – la cocaina è in forte crescita: dopo il record registrato nel 2017 (1.976 tonnellate di questa droga), le stime non sono di certo al ribasso.

I fattori di rischio che espongono i giovani e non solo alla morte da cocaina sono differenti, ma impongono un maggiore impegno da parte del Governo per combattere questo fenomeno e garantire la salute di tutti i cittadini.

Morte da cocaina, fattori di rischio

La cocaina è una sostanza stupefacente che può essere assunta in più modalità: per masticazione della foglia, per inalazione della polvere o dei fumi e in via endovenosa. A seconda del modo scelto, può causare effetti immediati differenti e causare danni di diversa natura, esponendo a peculiari fattori di rischio.

 

Danni all’apparato cardiocircolatorio e respiratorio

Tra i principali fattori di rischio della morte da cocaina ci sono i danni all’apparato cardiocircolatorio e respiratorio, a causa delle importanti sollecitazioni alle quali sono sottoposti durante l’assunzione di cocaina e soprattutto in caso di dipendenza. Del resto, questa sostanza è nota per essere un vasocostrittore che – se utilizzato per lunghi periodi – può ostacolare la corretta affluenza di sangue agli organi.

Per quanto riguarda l’apparato respiratorio, questo risulta particolarmente coinvolto sia nel caso in cui la cocaina venga sniffata, sia inalata. In entrambi i casi possono essere fortemente compromesse le mucose e la struttura del setto nasale, fino a provocare il cosiddetto naso a staffa. Qualora la dipendenza da cocaina non venga adeguatamente trattata, può comportare trombosi e infarto che causano la morte spesso immediata.

 

Malattie infettive da cocaina

Un secondo gruppo di fattori di rischio da non sottovalutare che nascono dall’assunzione di cocaina sono le malattie infettive. Le modalità di assunzione di questa sostanza psicotropa che favoriscono maggiormente l’insorgenza di patologie sono non solo l’endovena, ma anche l’inalazione.

Nel primo caso infatti, il malcostume tra i tossicodipendenti di scambiarsi le siringhe utilizzate per iniettare la cocaina crea un effetto volano delle patologie possedute da uno di essi: basti pensare che negli anni ‘90, la maggior parte dei morti per cocaina erano malati di HIV, una malattia trasmessa proprio dallo scambio di siringhe infette.

Nel caso dell’inalazione invece, bisogna porre particolare attenzione agli strumenti utilizzati per assumere la cocaina quale banconote e, più di frequente, le cannucce: entrambi queste tipologie di oggetti possono ferire il naso provocando piccole abrasioni che aprono le porte a patologie quali epatite C.

 

Overdose da cocaina

L’overdose da cocaina è una forma di intossicazione acuta che viene raggiunta da chi assume in maniera eccessiva e continuativa la cocaina, unitamente ad altre droghe o farmaci. Il sovradosaggio si ha quanto la quantità di sostanza assunta supera il grado di tossicità tollerato, compromettendo le funzioni vitali.

Da questo punto di vista la cocaina – insieme all’eroina – sono tra le droghe che espongono maggiormente al rischio di overdose a causa delle maggiori possibilità di sviluppare una dipendenza.

I sintomi dell’overdose variano a seconda che il soggetto abbia assunto anche farmaci o notevoli quantità di alcool: tuttavia il tremore, la tachicardia, le allucinazioni, nonché l’ipertensione e lo stato confusionale sono sintomi sufficientemente eloquenti da poter ipotizzare la presenza di un’overdose da cocaina. In questo caso il suggerimento è quello di chiamare immediatamente l’ambulanza, senza temporeggiare.

 

Come evitare la dipendenza da cocaina

Appare evidente come la prevenzione sia un aspetto fondamentale quando si parla di dipendenza da cocaina e dei fattori di rischio ai quali questa espone, tra cui la morte. Se sei è alla ricerca di una soluzione terapeutica indolore, efficace e non invasiva, i nostri esperti di rTMS Italia sono a tua disposizione per esporti tutti vantaggi della stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS).

Share:
Scrivici su WhatsApp