Dipendenza da cocaina: cinque motivi per uscirne

Dipendenza da cocaina: cinque motivi per uscirne

Le conseguenze della dipendenza da cocaina vengono troppo spesso sottovalutate o scambiate per un vizio passeggero, soprattutto quando ne sono affetti i più giovani. A differenza di quanto alcuni possono pensare, si tratta di una malattia a tutti gli effetti che comporta sintomi ben precisi e che, se non opportunamente curata, può portare a gravi danni sul corpo e sulla mente di chi ne soffre.

Aiutare ad uscire dalla dipendenza da cocaina è altresì un aspetto molto delicato e che richiede non solo pazienza, ma anche dedizione in quanto chi ne soffre potrebbe non avere le giuste motivazioni per poter uscire dal tunnel della droga. Ecco quindi cinque valide ragioni per uscire dalla dipendenza da cocaina.

 

Evitare conseguenze sulla salute

La cocaina è una droga che – come molte altre – può provocare gravi conseguenze sulla salute di chi ne abusa. Infatti, oltre agli effetti immediati che provoca l’assunzione di una dose di questa sostanza – quali ad esempio allucinazioni, pupille dilatate, palpitazioni – possono essere riscontrati non solo atteggiamenti pericolosi, ma anche danni sugli apparati interni dell’organismo.

In particolare, la cocaina può compromettere il funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio e del cuore in primo luogo, nonché provocare danni ai reni

Inoltre, a seconda delle modalità in cui viene assunta può causare danni anche locali: ad esempio, chi preferisce l’inalazione può presentare infiammazioni o vere e proprie infezioni alla mucosa nasale.

La dipendenza da cocaina non è solo fisica, ma anche mentale

La dipendenza da cocaina è una patologia che non colpisce solamente il fisico, ma anche e soprattutto la mente di chi ne abusa. Da questo punto di vista possono essere distinti due tipologie di effetti:

  • Comportamenti pericolosi: a seguito dell’assunzione di una dose di cocaina è possibile percepire non solo euforia ed eccesso di fiducia, ma anche emozioni esattamente contrarie quali delusioni e allucinazioni. Non sono da escludere anche fenomeni di aggressività e paranoia.
  • Effetti psicologici della cocaina a lungo termine: a seguito di un abuso prolungato di cocaina è possibile manifestare non solo irritabilità, nervosismo, sbalzi d’umore ma anche apatia e sfinimento. Non bisogna sottovalutare anche la possibilità in cui chi soffre di dipendenza da cocaina possa cadere in depressione a causa della mancata assunzione della medesima.

Sebbene questo genere di conseguenze siano da attribuire alla sfera psicologica, tuttavia è opportuno tenere in considerazione le possibili implicazioni che hanno sul fisico umano.

 

La cocaina non ti aiuta ad essere accettato, ma ti emargina

Una delle motivazioni che porta – soprattutto i più giovani – a cominciare ad assumere la cocaina è il desiderio di essere accettati all’interno di un gruppo che ne fa già uso. In questo senso la dose di droga, oltre ad assumere una valenza iniziatica, innesca un meccanismo di appartenenza al gruppo che difficilmente può essere disinnescato.

Quando ci si accorge che sono in atto queste dinamiche è fondamentale ricordare che la cocaina non è un mezzo per essere accettati da un gruppo di persone perché – soprattutto nei lunghi periodi – comporta degli effetti collaterali tali da farti sentire solo ed emarginato.

 

Uscire dalla cocaina = riprendere in mano la propria vita

La cocaina è, come la maggior parte delle droghe, un elemento disturbante nella vita di chi ne diventa dipendente. Per questo i tossicodipendenti spesso fanno ruotare le proprie giornate intorno alla ricerca di una nuova dose e nei momenti di pace che questa garantisce, fino a quando ne perdurano gli effetti. Questa routine può risultare particolarmente penalizzante per i giovani, non solo per le ripercussioni sulla salute, ma anche sull’andamento universitario e lavorativo.

Chi è dipendente dalla cocaina non vede altro scopo alla giornata se non assumere una nuova quantità di sostanza stupefacente, mettendo da parte le persone care e accantonando le proprie mansioni quotidiane.

Uscire da questo tunnel permette di riprendere in mano la propria vita, godendo appieno di quanto ha da offrire: infatti, molti giovani (e non solo) dopo aver abbandonato questa droga sono riusciti a completare gli studi o finalmente a trovare un lavoro.

 

I centri di disintossicazione non sono l’unica soluzione

Uno degli elementi che troppo spesso non permette di uscire dalla dipendenza da cocaina è la necessità di sottoporsi a ricoveri e a trattamenti dolorosi. I centri di disintossicazione tradizionali infatti presuppongono spesso che il paziente sia trattenuto all’interno della struttura affinché possa rompere completamente con il contesto sociale e familiare che lo hanno portato alla dipendenza da cocaina.

rTMS Italia, presente in Italia nei centri di Milano, Roma e Cagliari, propone un approccio terapeutico efficace, ambulatoriale, indolore e non invasivo per uscire dalla dipendenza da sostanze stupefacenti.

Share:
Scrivici su WhatsApp